di Simone Bozzo (3D)

Il film Invictus-L’invincibile, diretto da Clint Eastwood, si apre presentando la difficile situazione del Sudafrica dopo la vittoria elettorale di Nelson Mandela (interpretato dal famoso attore Morgan Freeman). Le troppe umiliazioni dei neri soggetti alla ferocia dei bianchi non possono essere cancellate, ma neppure è possibile che le paure dei bianchi creino un clima di tensione e guerra civile. Il compito di “Madiba” può essere solo quello di ricostruire la nazione rendendola “arcobaleno” ed uno degli sport che Mandela utilizza per raggiungere il suo scopo è il rugby.

La squadra di rugby del Sudafrica era composta solo da giocatori bianchi di origine olandese, capitanata da François Pienaar (interpretato da Matt Damon). Non giocava molto bene e non riceveva sostegno dalla popolazione di colore, che odiava questo sport visto come esclusivo solo per i bianchi ricchi. Con l’arrivo di Mandela le cose cambiano. Il nuovo Presidente cerca di unire le due diverse etnie presenti nel suo Paese: diffonderà la passione per il rugby anche tra le persone di colore. La presenza e la fiducia di Mandela riusciranno a motivare la squadra per vincere il torneo.

Invictus è un omaggio a un uomo, a uno sport, a una nazione intera. Un film drammatico ma pieno di speranza, che consiglio a tutte le persone che amano lo sport e che non sanno chi era Nelson Mandela. Celebre l’ultima frase pronunciata da Madiba nel film: “Il giorno in cui avrò paura di rischiare, non sarò più adatto a fare il leader”. Avvincente.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.