di Giuliano Cinti (1A)

Qualcosa di veramente imbarazzante…

È stato un ragazzo di nome Bilecco a smascherare i così chiamati scherzi da caffè proposti ai sudditi dal loro Re. Dopo aver subìto degli scherzi infantili e di cattivo gusto hanno messo in atto una rivincita; ma ora andiamo a sentire più precisamente con un’ intervista i malcapitati…linea alla nostra inviata Marlena Mircucci.

M- Salve amici dello Stradellino! Oggi siamo qui al castello, per sentire le opinioni dei sudditi e soprattutto per parlare delle famose tazze di caffè riempite con il sale.

M- Cosa pensa degli scherzi fatti l’altro fine settimana?

S- Penso che il Re abbia fatto davvero un brutto gesto verso il popolo!

M- Senta, ma secondo lei andrebbe punito per questo?

S- Credo che come lezione gli basti una tazza intera di caffè salato. Bilecco dovrebbe essere premiato!

M- Perché? Ci spieghi meglio cos’è successo? Chi è Bilecco?

S- Come consuetudine il Re una volta al mese, nel fine settimana, invita noi sudditi a prendere un caffè insieme a lui, per passare del tempo in convivialità. Siccome a lui piace il caffè molto zuccherato, ha “obbligato” anche noi a mettercene molto. Ignari del suo terribile scherzo e non sapendo che, al posto dello zucchero, nella zuccheriera c’era del sale, abbiamo bevuto di gusto e ciò che è successo glielo lascio immaginare! Bilecco ci ha reso giustizia: ha conciato per le feste una volta per tutte il Re!

M- Ma come è riuscito Bilecco nell’intento di ingannarlo?

S- Adesso che ci ripenso, Bilecco riproponendogli lo scherzo lo ha proprio umiliato!

M -Eccolo! Proprio Bilecco si sta avvicinando a noi…ci dica, come ha fatto a ingannare il Re?

B- Al Re ho detto che nella sua zuccheriera era caduta una mosca gigante e, visto che sono un gentiluomo, gli ho offerto la mia zuccheriera “salata” e lui ha cominciato a bere il caffè… caffè che sputò dopo due secondi ed io, insieme ai commensali, mi misi a ridere a crepapelle!

M- Benissimo cari amici, dopo queste dichiarazioni sconcertanti vi auguro una buona giornata. Linea al prossimo gossip.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.