a cura della classe 3G

“… zang-tumb-tumb-zang-zang-tuuumb tatatatatatatata picpacpam

pacpacpicpampampac uuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuu

ZANG-TUMB

TUMB-TUMB

TUUUUUM”

Così scriveva Filippo Tommaso Marinetti in una delle sue più celebri opere, mettendo in pratica una delle tecniche più amate dall’avanguardia futurista: il paroliberismo, parole in libertà. Rompendo definitivamente con il passato, le parole acquisiscono vita posizionandosi in modo libero sul foglio e seguendo l’ispirazione del poeta che, senza dover rispettare i legami sintattici e grammaticali, dà vita a suoni ed immagini attraverso i suoi versi. Ispirandoci a questa corrente, abbiamo voluto fare un viaggio indietro nel tempo realizzando alcune poesie di seguito riportate. Buona lettura.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.