Gli studenti delle classi 3B e 3C hanno collaborato alla stesura del testo di una canzone sul tema della
legalità, con riferimento in particolare alla ricerca della verità e all’onestà e libertà di pensiero, anche a
costo di grandi sacrifici, come ci insegnano alcune figure esemplari nel corso della nostra storia.

La canzone “Insieme a me” è stata infatti composta per il concorso dedicato alla memoria del giudice Antonino
Scopelliti, incorruttibile magistrato, pubblico ministero nel maxiprocesso di Palermo, ma
ucciso in Calabria in un vile agguato nell’agosto del 1991.

In una delle rarissime interviste televisive concesse, Scopelliti, persona di grande levatura morale, disse queste parole: “Il pubblico ministero deve fare anzitutto il proprio dovere. La popolarità è un privilegio di cui il giudice non deve tenere conto”.

I docenti hanno letto in classe le fasi salienti della vicenda giudiziaria, che all’epoca fu commentata molto
amaramente dal giudice Falcone, sulle pagine del quotidiano La Stampa, e i ragazzi hanno scritto le loro
riflessioni, poi assemblate e riorganizzate in base alla metrica musicale. Il tutto è stato poi registrato con le
voci di alcune alunne.

INSIEME A ME

Sono un tipo speciale
Perché voglio imparare
Ogni giorno nuove cose
Impegnandomi col cuore
Sono un tipo speciale
E ti voglio raccontare
Il coraggio e la passione
Di una vita di valore
Non arrenderti mai
Qualunque cosa accada
Percorri la tua strada
Cammina insieme a me
Non arrenderti mai
E vivi ogni momento
Padrone del tuo tempo
Cammina insieme a me
Abbiamo mille occasioni
Per far la nostra storia
Con parole ed azioni
E buoni esempi alla memoria
Se scaliamo la china
delle difficoltà
Poi la meta è vicina
Per la verità
Non arrenderti mai
Qualunque cosa accada
Percorri la tua strada
Cammina insieme a me
Non arrenderti mai
Difendi il tuo pensiero
Ricerca ciò che è vero…………….cammina insieme a me

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.