di Alexandru Stefan Bivol (2D)

La strana collezione di Mr.Karp di Cary Fagan (con illustrazioni di Mauro Ferrero) è un’avvincente storia, quasi un giallo, che narra la vicenda di Randolf, un ragazzo di undici anni con la passione di collezionare cose. Ha tre collezioni: tappi di birra, penne e…parole. La più strana è senza dubbio quella di parole: quando non ne conosce una la cerca sul dizionario e la segna con una matita; in questo modo ogni termine sottolineato si aggiunge alla sua collezione.

La famiglia di Randolf ha dei problemi economici perché il padre è stato licenziato, quindi i genitori decidono di affittare il terzo piano della loro casa. Passa una settimana e nessuno si presenta, poi finalmente arriva Mr. Karp: è un tipo eccentrico, si veste in modo antiquato, ha dei baffetti buffi e sottili, è piuttosto basso e parla in modo molto formale. L’uomo si trasferisce a casa di Randolf arrivando con un grosso furgone e dice ai due traslocatori, che sono con lui, di scaricare prima tutti i suoi mobili e di lasciare per ultime delle casse di legno. Queste sono veramente tante e su ognuna di esse c’è scritto “fragile e deperibile”…cosa conterranno?

Randolf guarda le casse con grande curiosità e immagina che Mr. Karp sia un collezionista. Il ragazzo va a parlare con lui e tra loro ben presto nasce una bella amicizia. Finalmente Randolf scoprirà cosa colleziona…qualcosa di inimmaginabile e particolare!

Una storia piacevole e avvincente che ti tiene col fiato sospeso sino all’ultima pagina. Un finale bello ed emozionante racchiuso in una delle frasi finali pronunciate da Mr Karp: “Invece di possedere le cose, le guarderò e le farò. Da oggi comincio a vivere veramente”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.