di Riccardo Riganelli (1F)

Negli ultimi anni uno dei dolci e dei personaggi natalizi più in voga è sicuramente il Gingerbread Man, conosciuto in Italia come l’Omino di Pan di Zenzero.

Molto spesso si pensa che l’Omino di Pan di Zenzero sia una preparazione originaria degli Stati Uniti o della Germania, dove è molto diffuso l’uso delle spezie nella preparazione dei dolci. Invece, fu la regina Elisabetta I, nella seconda metà del Cinquecento, a chiedere a dei pasticceri di corte di preparare dei biscotti dalle sembianze umane che rappresentassero sotto forma di dolcetto tutti i diplomatici e i commensali del cenone di Natale. Il dono era stravagante, ma ebbe un grande successo, tanto che i Gingerbread man iniziarono a essere prodotti anche fuori dalle cucine di corte. A preparare gli mini di pan di zenzero erano anche i praticanti della medicina popolare, che li realizzavano per le giovani donne affinchè potessero far innamorare i futuri sposi.

A diffondere l’Omino di Pan di Zenzero è la storia di San Nicola, pubblicata nel 1875, che narra le vicende di due anziani che desideravano tanto avere un bambino. Per consolarsi, la coppia preparò un biscotto dalle sembianze umane che, una volta cotto, prese vita e scappò dal forno, rifugiandosi nelle fattorie del paese. Questo racconto popolare venne poi tramandato in modo diverso a seconda del periodo storico e delle tradizioni locali. Nella pubblicazione originale la storia non ha un lieto fine: infatti il biscotto veniva divorato da una volpe. In alcune versioni l’Omino viene mangiato dalla coppia di vecchietti; in altre invece prevale il lieto fine, più adatto al clima delle feste. Questo racconto popolare ha contribuito alla diffusione della tradizione del preparare dolcetti con il pan di zenzero nel periodo natalizio, soprattutto in Germania, Polonia e Repubblica Ceca. Nel Novecento, la tradizione dei Gingerbread man è arrivata fino negli Stati Uniti. Tant’è che è proprio a Bryan, in Texas, che è stata costruita per la prima volta nel 2012 la più grande casa di pan di zenzero del mondo. 

Oggi gli omini di pan di zenzero sono diffusissimi in Inghilterra, Germania, Olanda e nei paesi baltici, sono apprezzati soprattutto dai bambini e utilizzati anche come decorazione per l’albero di Natale.

Pur essendo un dolce della tradizione anglosassone, gli omini di pan di zenzero hanno conquistato anche l’Italia. Sembra che ci sia stato un momento in particolare in cui gli omini sono diventati famosi anche da noi e cioè l’uscita del film Shrek. In questo cartone animato un tenero biscotto a forma di omino, Zenzy, accompagna i protagonisti e a lui si deve il grande successo di questi dolcetti soprattutto tra i bambini.

In copertina i biscottini pan di zenzero realizzati da Valeria Orsini (1F), insieme alla sua mamma.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.