Primavera non bussa, lei entra sicura
Come il fumo lei penetra in ogni fessura
Ha le labbra di carne, i capelli di grano
Che paura, che voglia che ti prenda per mano
Che paura, che voglia che ti porti lontano

Fabrizio De André

Il 21 marzo è il giorno per eccellenza di inizio della Primavera, anche se molto spesso l’equinozio può verificarsi prima. Simbolo di rinascita e di ritorno alla vita, questa giornata è stata scelta anche per celebrare diverse ricorrenze e feste internazionali o nazionali, religiose o meno. In particolare, vogliamo ricordare che il 21 marzo 1999 la XXX Sessione della Conferenza generale dell’Unesco ha istituito la Giornata mondiale della poesia. Il titolo in prima pagina è, infatti, un omaggio a una delle poesie più conosciute di Alda Merini, poetessa e scrittrice italiana dal Novecento.

Grazie ai coloratissimi fiori che sono stati applicati, dalle classi della scuola primaria e della scuola secondaria, agli alberi della gentilezza, anche all’Istituto Stradella si respira ormai aria di primavera. Ogni fiore contiente un pensiero, un aforisma per ricordarci che la gentilezza, così come l’amore e la solidarietà, sono le armi più forti al mondo.

“Il fiore che sboccia nelle avversità è il più raro e il più bello di tutti”, diceva la saggia nonna di Mulan (la giovane guerriera di una antica leggenda cinese); così anche noi speriamo che, dopo periodi di paura e distruzione, possa presto tornare la luce.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.