Il 12 maggio 2022, all’I.C. “Alessandro Stradella”, ventiquattro alunni delle classi terze hanno sostenuto l’esame di certificazione linguistica francese, il D.E.L.F. (Diplôme d’études en langue française).

Di seguito, alcuni di loro hanno voluto lasciare una testimonianza di questa esperienza.

E fin qua, apparentemente, nulla di speciale. Invece no, qualcosa di speciale c’è! Sono i nostri alunni che con coraggio hanno scelto di mettersi alla prova, di lanciarsi in un’avventura grande, importante e per nulla scontata. Perché affrontare il primo esame della propria vita in francese non ha nulla di scontato. Ha a che fare con la voglia e il coraggio di mettersi alla prova, di affrontare e superare i propri limiti, di prendere per mano le proprie paure e andare oltre. E per fare questo si sono affidati a noi, si sono fidati di noi ! 

Grazie ai nostri coraggiosi ragazzi!

Le professoresse, Luciana Meleddu e Ilaria Rigano

Je ne m’attendais jamais à passer mon premier examen en français, j’ai ressenti beaucoup d’émotions comme l’anxiété, la gaieté et la peur mais ensuite j’étais heureux d’être arrivé jusqu’ici. Tout est possible!

Angelica Pontani, 3A

Durante il periodo in cui ci siamo esercitati per il D.E.L.F. ho sempre voluto che il giorno dell’esame non arrivasse mai, ma non potendo fermare il tempo alla fine quel giorno è arrivato. Il giorno prima avevo un’ansia terrificante perchè temevo di non sapere niente di ciò che mi avrebbero chiesto, invece si è rivelato più facile del previsto e non mi sono nemmeno sentito troppo preoccupato aspettando l’esame (a differenza di alcune mie compagne). Terminato l’esame mi sono sentito come se fosse stato un giorno qualunque. Ora che ho fatto il D.E.L.F, però, ho paura degli esami di terza media!

Francesco Sansoni, 3A

Salut! La mia esperienza del D.E.L.F. è stata molto emozionante: nell’attesa di entrare ero sommersa dall’ansia, tanta paura di non farcela, di non superare l’esame e mille dubbi sul perché avessi partecipato mi frullavano nella testa. Appena sono entrata però si è rivelato tutto più “semplice” di quanto non immaginassi perché ho capito che con mon Professeur de français Mme Ilaria Rigano avevo studiato tutto nei minimi dettagli. Grazie al D.E.L.F. ho capito che, se desideri veramente una cosa nella vita, puoi superarla in qualsiasi modo, basta metterci impegno e desiderio di farcela. Non avrei mai pensato di riuscire ad affrontare il mio primo esame con tranquillità e in più un esame in lingua francese, je suis contente dell’esperienza che ho vissuto e di ciò che sono diventata in questi tre anni e questo tutto grazie a mon Professeur che ha creduto in me, à ma mère et à mes amis!

Ambra Soldatelli, 3A

Salut à touts! La mia esperienza D.E.L.F. è stata un misto tra ansia e paura di non farcela, ma grazie à mon Professeur de français che mi ha incoraggiata alleviando un po’ le mie paure sono riuscita a fare l’esame con tranquillità e ho capito che alla fine non era così difficile data la costanza nello studio e la perfetta preparazione che ci ha offerto la nostra Prof.ssa Ilaria Rigano. Il mio esame D.E.L.F. è stato fantastique! E posso dirvi che, se vi capita questa occasione, coglietela perché ne vale veramente la pena. Je suis contente e soprattutto soddisfatta di aver affrontato il mio primo esame così. Ringrazio mon Professeur per tutto quello che ha fatto per noi. Salut!

Giada Soldatelli, 3A

Pour moi le D.E.L.F.  è stato il primo esame della mia vita. Ero molto agitata e preoccupata, ma mentre aspettavo il mio turno per entrare e cominciare l’orale c’erano i miei amici e la mia professoressa di francese, Ilaria Rigano, che mi aiutavano e rasseneravono dicendo che sarei riuscita a superare tutto. Appena entrata nella sala per l’esame ho cominciato a cacciare via l’ansia e a dire a me stessa che ce l’avrei fatta. Finito l’intero D.E.L.F.  mi sono sentita sollevata e contenta per questo mio traguardo.

Chiara Tripaldi, 3A

Ho passato circa tre anni a pensare al momento in cui avrei affrontato il mio primo esame: il D.E.L.F. Sin dalla prima media l’ho immaginato come un momento lontano, quasi irraggiungibile, e trovarmi lì è stato ben diverso dalle aspettative che avevo; condividere questa esperienza con i miei amici l’ha resa molto meno ansiogena. In prima media non me la cavavo molto bene in francese e non ero soddisfatta. Successivamente, al secondo anno è scattato qualcosa che mi ha fatto scoprire una passione e raggiungere questo traguardo. Impossible n’est pas français.

Camilla Camagna, 3B

Le 12 de Mai…una data che conserverò tra i miei ricordi. Quel giorno ho sostenuto l’esame D.E.L.F. Confesso che per la prima prova (quella di production orale) ero leggermente timorosa, soprattutto per il dialogue simulé, perché avevo paura di scordarmi delle parole. Invece per le prove scritte ero più calma, anche perché ci siamo esercitarti tanto. Ho deciso di sostenere l’esame per fare una nuova esperienza, impegnativa certo, ma anche divertente!

Maristella Bergantini, 3C

Il giorno giovedì 12 maggio ho voluto sostenere un esame per il D.E.L.F. che mi sarebbe servito in futuro alle superiori. L’ esame era composto da una prova individuale di produzione orale e una collettiva di ascolto e produzione scritta. L’ esame mi ha messo a dura prova: mi sono preparato per circa due mesi, ho studiato dodici dialoghi, compilato fascicoli e ad un certo punto mi sono chiesto “parce que j’ ai fait cela“? Mi sono risposto che era un’occasione per capire se sarei stato in grado, a livello emotivo, di sostenere il primo esame della mia vita e devo dire che con dévouement, sacrifice e una forte scarica d’adrénaline ci ho provato e vi assicuro che è stata un’esperienza magnifique.

Nicolò Pazzetta, 3D 

L’expérience que j’ai eue avec l’examen D.E.L.F. a été magnifique. Au début j’avais peur de ne pas me souvenir tout ce que j’avais étudié avec mom professeur Mme Ilaria Rigano, mais immédiatement après avoir terminé l’examen, je me suis sentie satisfaite de mon travail. J’ai découvert que si les choses sont faites avec engagement, des bons résultats sont obtenus. Je suis vraiment contente d’avoir fait cette expérience!

Giorgia Mantovani, 3D

Quella del D.E.L.F. è stata un’esperienza molto bella, anche se ho avuto un po’ di ansia perché è stato il mio primo esame in assoluto. Il D.E.L.F. è un diploma (o certificazione) che attesta la conoscenza della lingua francese e si svolge interamente in lingua francese! La mattina dell’esame ha fatto molto piacere alle mie compagne e a me vedere la nostra prof.ssa di francese in sede: era lì per incoraggiarci. Terminato l’esame ero felice di aver sostenuto questa prova e di averla affrontata al meglio. Ho deciso di fare il D.E.L.F. perché mi incuriosiva, ma è stata mia madre a spronarmi e a convincermi che ce la potevo fare. Consiglierei a tutti di fare questo esame anche perché potrebbe essere utile nel vostro futuro. 

Sara Ouardani, 3G

Notte prima dell’esame… Dopo aver ripassato, ho dormito abbastanza tranquilla e anche quando mi sono svegliata ero abbastanza calma perché sapevo di aver studiato. Arrivata nella scuola di Nepi, in cui dovevo fare l’esame, comincio però ad avere ansia, un’ansia un po’ strana poiché avevo paura di scordarmi tutto quanto avevo studiato dato che ero l’ultima. L’ansia non mi abbandonava neanche quando le mie compagne, che avevano finito la prova orale, mi dicevano che era molto semplice. Niente riusciva a tranquillizzarmi! Alla fine l’orale è andato alla grande; per lo scritto invece sono sicura che ci sia stata qualche imperfezione, ma è normale. Mi è piaciuta molto questa esperienza! Fare il primo esame in assoluto in francese non è una cosa da tutti i giorni, eppure è proprio quel che ho fatto. Sono molto soddisfatta di aver reso contenta anche la mia professoressa, Luciana Meleddu, per aver superato questa prova. Senza di lei io non sarei mai riuscita ad ottenere questa certificazione e le sarò sempre grata! Ricordate che se non c’è la volontà di fare le cose, non si conclude nulla, ma con un aiuto in più tutto è più facile.

Sirine Messai, 3G


Ho deciso di partecipare all’esame per il D.E.L.F. perché volevo mettermi alla prova e dimostrare che, anche se sono una persona che si fa prendere dall’ansia, riesco comunque a fare cose più impegnative. Credo inoltre che questa certificazione mi sarà utile per il percorso che affronterò il prossimo anno, visto che frequenterò il liceo linguistico. Sono molto contenta di essere risuscita a farlo e spero che tutto questo sacrificio, non solo mio ma di tutti coloro che mi hanno sostenuta e incoraggiata, venga ripagato. In particolare tantissimi grazie alla mia professoressa, che mi è stata accanto e mi ha fatto esercitare affinché imparassi tutto bene. Incrocio le dita e spero in un buon esito dell’esame!

Beatrice Huza, 3F

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.