di Alessandro Galletti (1F)

Hotel Transylvania: uno scambio mostruoso è il quarto film comico e d’avventura della serie d’animazione che racconta la vita del Conte Dracula, di sua figlia Mavis e del loro hotel per mostri in Transilvania.

Diretto da Derek Drimon e Jennifer Kluska, il cartone vede come attori principali, o meglio doppiatori originali, Selena Gomez (Mavis), Andy Samberg (il marito di Mavis, Jonathan) e Brian Hull (Dracula).

La nuova invenzione dello scienziato Van Helsing trasforma Dracula e i suoi amici (Frankenstein, un lupo mannaro, l’uomo invisibile ecc.) in umani e Johnny in un mostro. Prima di diventare marito di Mavis e di avere con lei un figlio, Jonathan o Johnny, umano che viene dal Sud America e capitato per caso all’Hotel Transylvania, ha dovuto lottare molto per farsi accettare da Drac, ma ancora non si sente completamente parte della famiglia e accetta la metamorfosi in mostro. Con i loro nuovi corpi i protagonisti devono trovare un modo per tornare indietro prima che le loro trasformazioni diventino perenni. Dracula riuscirà a ritornare un vampiro e a salvare Johnny dalla “mostrificazione” perenne?

Il film mi è piaciuto per i tanti dettagli, che mi hanno invogliato a vederlo fino alla fine, e perché vuole far capire agli spettatori che non bisogna cambiare per gli altri e che tutti dobbiamo accettare le persone a cui vogliamo bene per quello che sono, con i loro pregi e loro difetti. Non bisogna inoltre avere paura dei cambiamenti perché potrebbero stupirci.

Giudizio: buono.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.